Principali cause

La presenza dello scoiattolo grigio in Italia costituisce un grave pericolo per la sopravvivenza dello scoiattolo rosso nel nostro paese e in tutta Europa. Le due specie sono, infatti, in competizione e nelle aree d’introduzione lo scoiattolo grigio determina l’estinzione dello scoiattolo rosso.

Le cause di questa sostituzione sono state indagate nel corso di alcune ricerche condotte in Italia e Gran Bretagna. L’ipotesi di interferenza diretta, attraverso aggressioni tra animali o legata ai comportamenti riproduttivi, è stata considerata non valida. Le due specie inoltre non si ibridano tra loro.

La coesistenza di specie simili nella stessa area è basata sulla differenziazione della dieta, dell’uso dello spazio e dei ritmi di attività. I ricercatori, indagando le caratteristiche delle due specie, non hanno trovato grandi differenze in come usano lo spazio e si muovono; anche la dieta è molto simile, seppur con qualche differenza molto importante.

In boschi di latifoglie, gli scoiattoli americani si alimentano più intensamente di ghiande (i semi delle querce) rispetto agli scoiattoli rossi, poiché riescono a digerirne meglio le sostanze contenute, quali i tannini. Inoltre, si è visto che gli scoiattoli grigi riescono a trovare e consumare parte delle riserve di semi (fino al 50%) costituite per l’inverno dagli scoiattoli comuni. Considerando che il peso corporeo, la sopravvivenza e la riproduzione delle femmine dopo l’inverno aumentano con il consumo dei semi immagazzinati (cached tree seeds), una minor quantità di semi ritrovata dagli scoiattoli rossi influenzerà la loro possibilità di sopravvivenza e riproduzione. La competizione per le risorse alimentari causa un minor accrescimento nei giovani di scoiattolo rosso e quindi una minor sopravvivenza nel primo anno di vita, determinando in pochi anni il declino della popolazione e l’estinzione locale. Nei boschi di conifere gli scoiattoli grigi occupano le aree forestali con una maggior disponibilità alimentare, spingendo gli scoiattoli rossi in aree più povere. I risultati della competizione in questi habitat andranno comunque ulteriormente investigati, essendo per ora la specie americana diffusa prevalentemente in boschi di latifoglie e misti.

In Gran Bretagna, l’esclusione competitiva tra queste due specie è mediata anche dalla presenza di un Poxvirus degli scoiattoli: gli scoiattoli grigi sono resistenti al virus e agiscono da vettori, mentre gli scoiattoli rossi che ne entrano in contatto muoiono in poco tempo. In questo caso il processo di sostituzione dello scoiattolo rosso da parte dello scoiattolo grigio può essere accelerato anche di venti volte. Il Poxvirus è diffuso in Inghilterra e Galles, ma alcuni scoiattoli infetti dal virus sono stati trovati recentemente anche in Scozia, dove il virus sembrava assente. Scoiattoli sieropositivi sono stati trovati in Irlanda, ma non ci sono casi confermati di malattia in scoiattoli rossi. Finora il virus non è stato rinvenuto in Italia, ma le indagini mirate sono state poche e andranno sicuramente ampliate.