Le direttive europee

Le autorità europee sono molto preoccupate dalla possibilità che lo scoiattolo grigio possa colonizzare gran parte d’Europa, mettendo a rischio la sopravvivenza dello scoiattolo rosso.

Per questo motivo, lo Standing Committee della Convenzione di Berna (la Convenzione che ha lo scopo di assicurare la conservazione della flora e della fauna selvatiche e dei loro habitat naturali in Europa) ha più volte inviato raccomandazioni al nostro Paese chiedendo di intervenire prontamente per rimuovere lo scoiattolo grigio. In Particolare ha prodotto le seguenti raccomandazioni:

  • Raccomandazione 78/1999 in cui chiede all’Italia l’eradicazione dello scoiattolo grigio per salvaguardare lo scoiattolo rosso;

  • Raccomandazione 114/2005 in cui chiede all’Italia l’eradicazione della popolazione lungo il Ticino e lo sviluppo di tecniche adeguate al controllo dello scoiattolo grigio;

  • Raccomandazione 123/2007 in cui chiede all’Italia l’eradicazione della popolazione lungo il Ticino e di nuove popolazioni e il bando del commercio della specie.

Purtroppo l’Italia non è stata in grado di affrontare e risolvere il problema. Per questo motivo, nel novembre 2008, lo Standing Committee della Convenzione di Berna ha aperto un “Case file”, una sorta di procedura di infrazione, contro l'Italia per non aver agito limitando la diffusione dello scoiattolo grigio.

Il progetto Rosso Scoiattolo vuole dare risposta alle richieste dell’Europa, affrontando il problema in modo coordinato tra le diverse regioni per arrivare a una effettiva limitazione della diffusione dello scoiattolo grigio.