Il nostro scoiattolo rosso

Lo scoiattolo comune europeo, detto anche scoiattolo rosso, è l’unica specie di scoiattolo arboricolo nativo presente in Italia e in gran parte dell’Europa. Questo roditore, molto conosciuto da chi ama frequentare i boschi, svolge un ruolo importante negli ecosistemi forestali.

Gli scoiattoli non solo usano il bosco per vivere e alimentarsi, ma anche lo aiutano nei suoi processi di rinnovamento. Negli anni di forte produzione di semi, in particolare per quelle specie che gli scoiattoli amano, come nocciolo, faggio, pino cembro o pino silvestre, gli animali immagazzinano parte dei semi raccolti. Molti dei semi nascosti saranno recuperati dagli scoiattoli in inverno e in primavera, ma una parte sarà dimenticata. I semi lasciati nel terreno avranno quindi la possibilità di germinare e dare origine a nuove piante.

Forse non tutti sanno che lo scoiattolo rosso mangia anche molti funghi, compresi quelli ipogei, i tartufi e specie simili. Disperdendo le spore dei funghi, lo scoiattolo aiuta la loro crescita. Quest’azione è molto importante perché i funghi sono essenziali per la crescita di molte piante. Scoiattoli, funghi e alberi sono quindi legati da relazioni reciproche, di tipo ecologico, molto complesse, che nel loro insieme assicurano la presenza dello scoiattolo e anche delle piante stesse e dei funghi.

Se volete conoscere meglio lo scoiattolo rosso e comprendere il ruolo fondamentale che esso svolge negli ecosistemi forestali, navigate attraverso le pagine di questa sezione!