Distribuzione

Lo scoiattolo comune europeo, detto anche scoiattolo rosso (Sciurus vulgaris), è l’unica specie di scoiattolo arboricolo presente in gran parte dell’Europa e dell’Asia. Il suo areale distributivo è molto vasto, estendendosi dalle Isole Britanniche alla Cina, dal Circolo Artico, al Mediterraneo, il Caucaso, gli Urali, alle montagne dell’Altai, fino all’isola di Hokkaido in Giappone.
Due altre specie di scoiattoli forestali sono presenti in Eurasia: lo scoiattolo della Persia (Sciurus anomalus), con un areale ristretto a Transcaucasia, Turchia, Iraq, Iran, Siria, Libano e Israele, e lo scoiattolo giapponese (Sciurus lis) presente nelle isole di Honshu, Shikoku e Kyushu.

In Italia ci sono tre sottospecie di scoiattolo rosso: nel nord troviamo Sciurus vulgaris fuscoater, la sottospecie diffusa anche in gran parte dell’Europa centrale e orientale, mentre nel centro e nel sud vi sono due sottospecie endemiche, presenti quindi solo in Italia, rispettivamente Sciurus vulgaris italicus e Sciurus vulgaris meridionalis.
Le sottospecie del centro e del nord Italia sono caratterizzate da una colorazione molto variabile del mantello dorsale, così come indicato in precedenza, mentre la sottospecie del sud, presente esclusivamente in Calabria, è completamente nera con ventre bianco. Questa sottospecie è anche geneticamente diversa, a livello di aplotipi del DNA mitocondriale, da tutte le altre sottospecie di scoiattoli comuni presenti in Europa.


Distribuzione dello scoiattolo rosso in Italia:


Lo scoiattolo comune della Calabria è completamente nero e si distingue chiaramente dalle altre sottospecie, più o meno rossicce:

Foto e mappa tratte da: Iconografia dei Mammiferi d’Italia, edita dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e dall’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica.